La nostra missione

This is a parallax text block. Click the edit button to change this text.

In-Vita opera principalmente sulla quantità e qualità di fonti di approvvigionamento e distribuzione del principale elemento di vita dell’uomo: l’acqua. Lo fa agendo nei villaggi che ne sono totalmente o parzialmente sprovvisti. Il progetto prevede, in secondo luogo, lo sviluppo dell’alfabetizzazione e la realizzazione di strutture di primo soccorso che forniscano l’assistenza sanitaria indispensabile.

 
 
 
 
 

L’obiettivo primario di In-Vita è di ripristinare i pozzi non funzionanti e, dove necessario, scavarne di nuovi, più moderni e profondi, ottenuti tramite trivellazione (“forage”). I nuovi pozzi consentono una maggiore disponibilità di acqua, poiché dotati di grandi serbatoi di raccolta (“chateau d’eau”) e di pannelli fotovoltaici per azionare la pompa elettrica.

Inoltre In-Vita ha introdotto in Mali il “microcredito al femminile”, contribuendo a favorire l’emancipazione e l’indipendenza delle donne, che in Africa vivono in condizioni disumane.

Il progetto pilota è partito da Zangarbala, dove l’economia gira interamente intorno al commercio di capre, e dove 45 donne hanno potuto acquistare, con i nostri contributi, 25 montoni che poi sono stati rivenduti con profitto.

Tale è stato il successo, che l’operazione è stata ripetuta una seconda volta, nel medesimo luogo. La restituzione del denaro ha consentito di estendere il credito alle donne di Karfabougou e oggi stiamo portando il progetto a Kamalendougu.

Come operiamo

Mano d’opera

Coinvolgiamo la comunità del villaggio nella realizzazione dei progetti, chiedendo collaborazione e insegnando a operare sugli impianti al fine di far loro assimilare una logica di gestione e organizzazione.

Cassa comunitaria

Il Comitato gestisce la cassa comunitaria: è un compito molto impegnativo perché le popolazioni di questi villaggi non sono abituate a gestire e conservare le tecnologie indispensabili per mantenere in efficienza pozzi, pannelli solari e pompe.

Comitati di Gestione

In ogni villaggio serve un Comitato di Gestione che segua i lavori, faccia da tramite con In-Vita e coinvolga due persone adulte alfabetizzate di diversa età (salto generazionale), dedicate a seguire la parte tecnico-realizzativa.

Formazione giovani

Obiettivo è rendere autonomi i villaggi nella manutenzione dei nuovi impianti. La formazione ha coinvolto due giovani di ogni villaggio basandosi su una formazione teorica sul funzionamento delle pompe a mano e degli impianti fotovoltaici, seguita da un’esperienza pratica in loco.

This is a parallax text block. Click the edit button to change this text.

Chi siamo

La nostra storia

In-Vita nasce nel 2007 dall’incontro tra una visione e un entusiasmo. La visione è quella di Vieux, maliano di origine e cittadino Italiano di adozione. L’entusiasmo è quello di Daniela Bertazzoni, Presidente di Vega S.p.A. che gestisce il Grand Hotel et de Milan e lo STRAF hotel&bar, donna coraggiosa e carismatica.
Vieux non ha dimenticato la sua terra e la sua gente e ha un desiderio: essere d’aiuto. Daniela ha lo stesso desiderio, così coinvolge le sue figlie e i suoi collaboratori più stretti e crea assieme a loro In-Vita Onlus per lo sviluppo dei villaggi rurali in Mali.

Il nostro team

Daniela Bertazzoni – Presidente
Vittorio Antoniazzi – Vice Presidente

Alissia, Sarah e Olivia Mancino, Ferdinando e Francesca Zanotto, Alvaro Palleschi, Monica Palleschi, Bocary Guindo

Sostieni In-Vita,
la longevità delle nostre attività dipende anche da voi.

In-Vita è supportata da autofinanziamenti privati di Daniela Bertazzoni e dai due principali partners: il Grand Hotel et de Milan e lo STRAF hotel&bar di Milano. Se vuoi contribuire, puoi effettuare una donazione.

Bonifico

IBAN IT 42 W 03069 09606 1000 0011 9218
BIC: BCITITMM

5×1000

CF 97465820153


Scopri